Come registrarsi al sito dell’Agenzia delle Entrate

Nonostante per tanti versi l’Italia sia ancora nel medioevo, qualcosa alla fine comunque si muove. Da vari anni, ad esempio, è possibile fare la dichiarazione dei redditi direttamente online tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate, e svolgere vari altri task, che stanno sempre più aumentando (non ultimo, dichiarare la non detenzione di apparecchi tv per non pagare il canone Rai).

Per accedere alla propria area nel sito dell’Agenzia delle Entrate, occorre autenticarsi con il proprio codice fiscale, la password ed il pin. Queste due ultime cose si possono ottenere in due modi: o facendo la richiesta online, o direttamente all’ufficio delle entrate.

Il modo più semplice e veloce per ottenere la password ed il pin per il sito dell’Agenzia delle Entrate, purtroppo è ancora l’andare di persona all’Ufficio delle Entrate più vicino (per scoprire qual è c’è la funzione di ricerca), compilare un modulo e richiederli allo sportello. Nel giro di due minuti l’impiegato vi darà la password (che dovrete cambiare al primo accesso) e la prima parte del pin. La seconda parte del pin la leggerete direttamente online la prima volta che entrerete.

In alternativa si può fare la richiesta online dal sito stesso, ma occorre avere a portata di mano l’ultima dichiarazione dei redditi, perché verrà richiesto di inserire alcuni dati.

registraz1 registraz2
registraz3

Purtroppo nella modalità di richiesta online occorrerà però aspettare vari giorni che arrivi poi a casa tramite posta ordinaria (già, il medioevo di cui sopra) la seconda parte del pin (la prima parte la darà il sistema stesso alla fine della registrazione).

Chi invece si sente più tecnologico, può usare per accedere la Smart Card, conosciuta anche come CNS (Carta Nazionale dei Servizi), che permette di accedere a moltissimi siti governativi, tra cui ad esempio anche quello dell’Inps, ed è indispensabile per usare la Firma Digitale.

In teoria, tutte le Tessere Sanitarie di ultima generazione sono anche delle CNS, poiché contengono appunto il chip della smart card. Purtroppo però solo poche regioni permettono di attivarle, ma in realtà chiunque può acquistarne una a poco prezzo. Come già spiegato nell’altra guida sull’uso delle Smart Card CNS sotto linux, sconsiglio di acquistare la CNS dalle Poste o da Aruba, poiché hanno tempi lunghissimi e una burocrazia complicatissima.

Il modo più semplice e veloce per ottenere la propria CNS è recarsi alla Camera di Commercio più vicina (vale anche per i normali privati cittadini), dove vi rilasceranno a vista (previo pagamento di una trentina di euro) la vostra Smart Card già funzionante.

Se ti è piaciuta questa guida, per favore impiega un attimo di tempo per firmare la petizione per attivare il servizio di infomobilità QuandoPassa.it anche nella tua località. Il servizio permette finalmente anche ai comuni medi e piccoli (costa davvero poco adottarlo!) di far sapere ai propri cittadini dove è l’autobus in tempo reale (lo vedi muoversi sulla mappa sul tuo cellulare!) e dopo quanto arriva alla fermata. Puoi anche trovare la fermata più vicina col Gps del cellulare (oltre che con il codice della fermata o il QR code sulla palina) così non occorre cuocersi al sole o gelarsi sotto la pioggia, ma si può uscire giusto in tempo per prendere il bus. E poi tanti altri servizi utili, tipo il sito con tutti gli orari e i percorsi dei bus, tutte le informazioni disponibili anche su Google Maps e Bing Maps, e tanto tanto altro. A te non costa nulla, al tuo Comune costa pochissimo, ed aiuta tutti ad usare l’autobus invece della macchina. Dai, firma anche tu e condividi con i tuoi amici!

logoQuandoPassa

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

+ 55 = 65

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>